lunedì 4 giugno 2012

FASHION NEWS: THE CARPI DISTRICT START AGAIN!



I n questi giorni di grande confusione per il terremoto, gran parte delle aziende del distretto tessile di Carpi si sono già rimesse a lavorare. 




Per tante aziende, compresi i marchi più conosciuti come Blumarine, Danny Rose, Twin-Set o Liu Jo, non si sono riscontrati danni importanti. “Nel comparto di Carpi non è crollato praticamente niente. Ci sono stati solo lievi danni e i capannoni hanno retto. Le aziende sono state chiuse per precauzione, ma sono agibili.

Certe aziende, in piena uscita di campionari, non si sono mai fermate organizzando piuttosto che niente le loro riunioni all’aperto in qualche parco vicino ai loro stabilimenti. Tanti hanno di fatto già ripreso a lavorare. Ma la paura rimane e qualche imprenditore invita le autorità ad essere più presenti sul posto, come Gianguido Tarabini, amministratore unico di Blufin. “Purtroppo è avvilente constatare che, a fronte della paura che tutti noi stiamo vivendo, la sensazione principale è quella dell'abbandono, dichiara il manager in un comunicato. La confusione regna sovrana e gli sciacalli imperversano. Persone che si spacciano per responsabili della Protezione Civile continuano a dare false direttive di evacuazione alla gente, minacciando imminenti e forti scosse così da avere via libera ai furti e allo sciacallaggio.”


Di fronte a questa situazione, vari organi hanno subito testimoniato la loro solidarietà nei confronti delle zone terremotate. Altagamma ha lanciato l’idea di una rete di solidarietà da costituire intorno alle imprese colpite dal terremoto, mentre Fiera Milano ha deciso di sostenere le aziende provenienti dalle province di Mantova, Ferrara, Modena e Reggio Emilia che parteciperanno alle sue mostre autunnali Macef, MIPAP, Sicurezza e Chibi Mart Inverno.

Gli espositori provenienti dalle zone terremotate potranno beneficiare infatti di un contributo di 1.000 euro da utilizzare per servizi fieristici. “Aiuteremo le aziende – afferma l’AD di Fiera Milano Enrico Pazzali, garantendo loro la possibilità di partecipare alle fiere che, in un momento particolare come questo, rappresentano uno strumento particolarmente efficace per poter imboccare la strada della ripresa”.

Un abbraccio a tutti gli emiliani


2 commenti:

  1. Io abito a Carpi e la situazione è allarmante. Conosci personalmente le aziende carpigiane?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma so che gli imprenditori stanno facendo di tutto per ricominciare! :(

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Thanks for leaving your comment.
Please follow me and I'll love to follow you back.
Don't forget my FB PAGE